Otto passeggeri sono rimasti sull'isola africana dopo la partenza della nave da crociera senza di loro

Alba norvegese. Immagini per gentile concessione di NCL. La Norwegian Dawn è gestita da Norwegian Cruise Line. Immagini per gentile concessione di NCL.

Otto persone hanno attraversato una serie di paesi africani per raggiungere la loro nave da crociera dopo che aveva lasciato São Tomé e Príncipe senza di loro.

I passeggeri hanno mancato l'orario di partenza previsto della loro nave dall'isola di São Tomé nel Golfo di Guinea, al largo delle coste del Gabon, dopo essere sbarcati per fare un tour locale, organizzato privatamente. Secondo quanto riferito, il gruppo del tour includeva una donna incinta e un viaggiatore paraplegico, mentre anche un altro passeggero ottantenne ha perso la partenza perché stava ricevendo cure mediche di emergenza a São Tomé.

I turisti, sei provenienti dagli Stati Uniti e due dall'Australia, erano a bordo Alba norvegese, una nave della Norwegian Cruise Line. La nave è partita da Città del Capo in Sud Africa il 20 marzo 2024 per un viaggio di 21 giorni lungo la costa africana. IL crociera si concluderà a Barcellona, ​​in Spagna, il 10 aprile 2024.

Il tour privato del gruppo è terminato mercoledì 27 marzo. Nonostante la guardia costiera locale abbia accompagnato il gruppo direttamente alla nave da crociera prima che salpasse, il capitano ha rifiutato di consentire l'imbarco agli ospiti in ritardo.

Due dei passeggeri erano Jill e Jay Campbell, di Garden City nella Carolina del Sud.

Parlando a ABC4 News, Campbell dice: “La capitaneria del porto ha provato a chiamare la nave, il capitano ha rifiutato la chiamata. Abbiamo inviato e-mail a NCL, il numero di emergenza del servizio clienti NCL. Hanno detto: "Bene, l'unico modo per noi di metterci in contatto con la nave è inviare loro delle e-mail, non rispondono alle nostre e-mail".

"Il capitano avrebbe potuto prendere la decisione facile di riportare indietro una delle scialuppe, prenderci, caricarci in sicurezza e poi proseguire per la strada."

Antenna della Norwegian Dawn a Cape Town, Sud Africa
Alba norvegese ha lasciato Città del Capo, in Sud Africa, il mese scorso.

ha detto Campbell NBC Oggi mostrare attraverso le sue creazioni: “Le adorabili persone di São Tomé erano molto gentili, molto ospitali. Si sono impegnati il ​​più possibile per aiutarci a trovare gli hotel.”

Alla fine, il gruppo ha trovato un'agenzia turistica per organizzare i voli per lo scalo successivo. "[È stato un] processo molto difficile", afferma Campbell. “Hai a che fare con più lingue, barriere linguistiche, diverse valute… trovi qualcuno che abbia anche dei dollari… cerchi di convincere un agente a capire dove dobbiamo arrivare.

"È uno di quelli 'Non puoi arrivarci da qui."

Il gruppo ha prima tentato di risalire a bordo Alba norvegese quattro giorni dopo, in Gambia, ma la nave non riuscì a effettuare la sosta prevista a causa della bassa marea. Il gruppo ha poi dovuto viaggiare attraverso sei paesi, secondo il loro racconto, prima di incontrare con successo la nave a Dakar, in Senegal.

I Campbell hanno detto ai media che erano gli unici membri del gruppo con una carta Visa e hanno speso oltre 5,000 dollari cercando di raggiungere la nave.

Parlando a ABC15, Campbell ricorda: "Quello che abbiamo esaminato era una specie di furgone da trasporto per otto persone, inclusa la donna quadriplegica". Spiega che il gruppo ha dovuto prendere un traghetto per il Senegal, seguito da un viaggio di quattro ore.

In una dichiarazione, un portavoce di Norwegian Cruise Line ha affermato che si è trattato di una "situazione molto sfortunata", ma ha ribadito la necessità che i passeggeri rispettino gli orari di partenza previsti. L'azienda ha accettato di rimborsare ai passeggeri le spese di viaggio.

“Nel pomeriggio del 27 marzo 2024, mentre la nave si trovava a São Tomé e Príncipe, uno stato insulare africano, otto ospiti che si trovavano sull'isola per un tour privato non organizzato da noi hanno perso l'ultimo tender per tornare alla nave, quindi non rispettando l'orario di bordo delle 3:XNUMX ora locale", si legge nella dichiarazione.

“Anche se questa è una situazione molto spiacevole, gli ospiti sono responsabili di assicurarsi di tornare alla nave all'orario pubblicato, che viene comunicato ampiamente tramite l'interfono della nave, nella comunicazione stampata quotidiana e affisso poco prima di scendere dalla nave.

“Quando gli ospiti non sono tornati alla nave all’orario previsto a bordo, i loro passaporti sono stati consegnati agli agenti portuali locali per essere recuperati al loro ritorno al porto, come da regolare protocollo. Il nostro team ha lavorato a stretto contatto con le autorità locali per comprendere i requisiti e i visti necessari affinché gli ospiti possano ricongiungersi alla nave al successivo porto di scalo disponibile. Dato che questi ospiti erano in tour privato e non sono tornati alla nave all'orario di bordo comunicato, sono responsabili di tutte le disposizioni di viaggio necessarie per ricongiungersi alla nave al successivo porto di scalo disponibile, secondo il nostro protocollo.

“Mentre gli otto ospiti avevano preso accordi per ricongiungersi alla nave a Banjul, in Gambia, il 2 aprile 2024, sfortunatamente la nave non è stata in grado di attraccare in sicurezza a destinazione a causa delle condizioni meteorologiche avverse, nonché delle restrizioni sulle maree che richiedono tempistiche specifiche per un passaggio sicuro. . Pur condividendo la delusione dei nostri ospiti, questa modifica è stata apportata con grande considerazione per la loro sicurezza e quella del nostro equipaggio, che è la nostra massima priorità. Abbiamo contattato questi otto ospiti in merito a questa modifica dell'itinerario e abbiamo fornito loro l'autorizzazione a raggiungere la nave a Dakar, in Senegal, il 2 aprile 2024.

“Nonostante la serie di sfortunati eventi al di fuori del nostro controllo, rimborseremo a questi otto ospiti le spese di viaggio da Banjur, Gambia a Dakar, Senegal. A partire da questa mattina, tutti gli otto ospiti sono tornati a bordo della nave."

Questo articolo è stato scritto e/o modificato dal team MIN con sede nel Regno Unito.

I commenti sono chiusi.

Salta al contenuto