Nauta Design svela lo yacht esploratore XP75

Nauta Design XP75

Lo studio italiano Nauta Design ha rivelato i dettagli del suo ultimo progetto: il superyacht explorer XP75.

Con una lunghezza di 74.85 metri e una larghezza di 12.8 metri, Nauta Design afferma che l'XP75 va oltre qualsiasi altro progetto Explorer che lo studio abbia progettato fino ad oggi.

Sulla base di un brief del cliente, si dice che l'ingegneria di Azure Naval Architects sia avanzata e venga fornita con un documento di specifiche di 200 pagine.

"Questo sarebbe lo yacht a motore dei miei sogni", afferma Nauta DesignE' Martino Majno, project manager dell'XP75. “La flessibilità era una parola chiave quando stavamo progettando l’XP75. Uno yacht Ice Class progettato per operare a temperature comprese tra -20°C e 40°C, è a suo agio nell’Artico come nei Caraibi”.

Nauta Design XP75

Gli spazi tecnici sono stati progettati per consentire la propulsione diesel-elettrica o ibrida con batterie (lo spazio può essere riservato anche per serbatoi di metanolo) con l'obiettivo di ridurre l'impatto ambientale dello yacht, risparmiare carburante e aumentare l'autonomia.

Vengono presi in considerazione l'efficienza operativa e la riduzione del consumo di carburante: speciali doppi vetri riducono il trasferimento di calore, ad esempio, e l'acqua di raffreddamento del motore viene riciclata.

Lo studio milanese Nauta afferma che l'XP75 è più di un semplice concetto; è "un progetto maturo pronto per iniziare a costruire".

Nauta Design XP75

Il mantra di Nauta è "less is more" e il team ha lavorato per pulire e rifinire il più possibile le linee esterne.

I fashion plate a forma di Z sono posizionati esattamente a centro barca per mantenere l'equilibrio tra prua e poppa. Il ponte e il prendisole verniciati di scuro contribuiscono a ridurre l'altezza in modo che il profilo appaia basso e slanciato sull'acqua, nonostante un volume di 1,900 GT.

C'è alloggio per 12 ospiti e praticità per i 24 membri dell'equipaggio.

Nauta Design XP75

Il ponte inferiore a prua è dedicato alla cucina, alla mensa dell'equipaggio e agli alloggi.

Il Nauta Design XP75 ha spazio per tre tender, incluso un tender limousine da 9.5, oltre a spazio per un mini-sottomarino e vari giochi d'acqua.

A poppa si trova il 'sea lounge' o beach club con sauna, salone di bellezza e hammam. Tre piattaforme ribaltabili aumentano la superficie complessiva a 185 mq. C'è un bar incassato sotto la piscina sul ponte principale.

La piscina stessa ha una base che può essere sollevata in modo che il ponte di poppa di 273 mq possa fungere da eliporto. Più avanti e protetta da un tetto apribile che scorre fuori dal ponte (si ritrae quando il ponte viene utilizzato per operazioni con l'elicottero), c'è un'area salotto incassata, un bar, una console DJ e un cinema all'aperto.

Nauta Design XP75

Tutte le scale esterne tra i ponti sono integrate nella sovrastruttura per non interrompere il profilo dello yacht.

Ci sono cinque cabine per gli ospiti sul ponte principale a prua. La suite VIP più avanzata può anche essere divisa da pannelli scorrevoli per creare una cabina aggiuntiva con bagno privato.

Il ponte superiore è dedicato all'uso dell'armatore. La cabina rivolta a prua con letto a isola gode di vista a 180 gradi, ponti laterali e vasca idromassaggio sul ponte privato a prua. Grazie ad un albero telescopico e ad un ponte di ormeggio coperto, il ponte di prua funge anche da eliporto touch-and-go quando lo yacht è all'ancora nei climi più caldi e la piscina principale è in uso.

Nauta Design XP75

La sky lounge sul ponte superiore a poppa è dotata di un secondo proiettore da utilizzare come sala cinema, mentre il ponte di poppa è predisposto per cenare all'aperto per un completo numero di ospiti.

La timoneria sul ponte di coperta è progettata per la massima visibilità in condizioni di ghiaccio. Ha una console Kongsberg integrata walk-around e un ponte portoghese.

Infine, il sundeck o ponte di osservazione, pur coprendo ben 65 mq, è praticamente invisibile quando si osserva lo yacht di profilo. Qui c'è una terza piscina con cascata circondata da lettini e accoglienti posti a sedere ad angolo ombreggiati da ombrelloni.

Il mese scorso, lo ha rivelato il costruttore di superyacht Tankoa con sede a Genova il nuovo progetto del superyacht di 70 metri Milano, sviluppato con Nauta Design.

Tankoa e Nauta hanno chiamato il progetto Milano in onore della città italiana, che — come città natale di Nauta Design e un centro globale di arte e design - hanno ispirato il design dello yacht.

Questo articolo è stato scritto e/o modificato dal team MIN con sede nel Regno Unito.

I commenti sono chiusi.

Salta al contenuto