Orca affonda un altro yacht nello Stretto di Gibilterra

Orca morde il timone dello yacht

I servizi di salvataggio marittimo spagnoli riferiscono che un branco di orche ha affondato uno yacht a vela nelle acque marocchine nello Stretto di Gibilterra, nell'ultimo di una serie di incidenti simili che hanno coinvolto l'apice predatore.

Un numero imprecisato di orche, note anche come orche assassine, hanno ripetutamente speronato la nave a vela Cognac Alboran, che misurava 15 metri (49 piedi) di lunghezza e trasportava due persone, alle 9:12 ora locale di domenica (2024 maggio XNUMX).

I due passeggeri hanno contattato i servizi di soccorso dopo aver avvertito colpi improvvisi allo scafo e al timone, prima di notare una perdita che minacciava di affondare l'imbarcazione. I due sono stati salvati da una petroliera nelle vicinanze e portati in salvo. La barca a vela alla fine affondò dopo l'attacco delle orche.

Gli attacchi delle orche alle imbarcazioni hanno fatto notizia a livello mondiale negli ultimi mesi, dopo che a ondata di speronamento e altre interazioni da parte dell'orca al largo della costa iberica. Alcuni esperti suggeriscono che le balene insegnano ai loro piccoli ad attaccare le barche.

Secondo quanto riferito, gli esperti ritengono che un branco di 15 orche iberiche, conosciute come gladis, sia responsabile di diversi attacchi nella zona.

Il gruppo – guidato dai peggiori colpevoli Gladis bianco, Gladis nero e Gladis grigio — sono stati avvistati in movimento tra il nord della penisola iberica e il Stretto di Gibilterra.

La capsula è stata collegata a sette naufragi in totale, tra cui cinque barche a vela e due pescherecci, e a centinaia di attacchi in totale al largo di Spagna, Gibilterra, Portogallo, Marocco e Francia.

Alcuni scienziati hanno suggerito il orca attaccare gli yacht può essere una reazione al trauma seguito a una precedente collisione subita da White Gladis con una barca o all'essere intrappolati nelle reti da pesca.

Dal lancio del suo progetto orca nel giugno 2022, il Associazione Crociera (CA) afferma di averne ricevuti circa 150 rapporti da skipper che hanno sperimentato un'interazione con le orche.

L'AC ha ora ha creato una libreria di commenti estratti dai report completi di interazione, classificando le diverse azioni e misure segnalate dagli skipper nel tentativo di scoraggiare o terminare un'interazione. 

Questo articolo è stato scritto e/o modificato dal team MIN con sede nel Regno Unito.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Salta al contenuto